Vivere e lavorare nei territori palestinesi è estremamente difficile e incerto; libertà, mobilità di persone e cose, lavoro, infrastrutture e piantagioni, sono limitati da incursioni e soprusi. Il mandorlo è un albero fortemente legato all’identità palestinese quasi quanto l’olivo. Per i coltivatori dei villaggi nei dintorni di Jenin, zona vicino al muro di separazione, i mandorli sono spesso piantati per evitare l’ulteriore confisca dei terreni vicino al muro.

Da qualche anno assistiamo a minori vendite di confetti contenenti le mandorle palestinesi di Parc, a causa della contrazione del mercato bomboniere.

Per poter dare continuità agli acquisti verso questa realtà abbiamo pensato con Altromercato di offrire in Bottega anche quest’anno un formato speciale da 400 gr sottovuoto come campagna a sostegno di uno dei simboli di libertà nella terra di Palestina!

Mandorle di grande dimensione, sgusciate, al naturale, senza aromi né sale aggiunto – varietà Om Al Fahim. Euro 12,50 – gr 400 (data di scadenza 12 mesi dal confezionamento)

prenota le mandorle